Mangia Tiella

This book list for those who looking for to read and enjoy the Mangia Tiella, you can read or download Pdf/ePub books and don't forget to give credit to the trailblazing authors. Notes some of books may not available for your country and only available for those who subscribe and depend to the source of the book library websites.

La Tiella e il Caniscione di Gaeta

La Tiella e il Caniscione di Gaeta Pdf/ePub eBook Author: Giuseppe Nocca
Editor: Ali Ribelli Edizioni
ISBN: 8833465748
FileSize: 1420kb
File Format: Pdf
Read: 1420

GET EBOOK

La Tiella e il Caniscione di Gaeta by Giuseppe Nocca Summary

La Tiella e il Caniscione di Gaeta comprende una rigorosa ricerca storico-gastronomica sulla vicenda di queste due pietanze, i loro valori nutrizionali e risguardi antropologici che ne risaltano le origini e le connessioni con altre località del Mediterraneo. Il tutto è corredato da fotografie inedite e dipinti d'epoca, anche raffiguranti preziosi ingredienti tra cui il pomodoro spagnoletta di Gaeta.

La metafisica della tiella di polpi

La metafisica della tiella di polpi Pdf/ePub eBook Author: Delio Fantasia
Editor: Ali Ribelli Edizioni
ISBN: 8833462730
FileSize: 727kb
File Format: Pdf
Read: 727

DOWNLOAD

La metafisica della tiella di polpi by Delio Fantasia Summary

La tiella di polpi ci racconta la storia di un intero territorio, quello del Sud Pontino, dal dopoguerra fino agli anni '80. Racconta la storia di una generazione di nonne, mamme, zie e di tutte le donne del comoprensorio, storie di emigrazioni, di ritorni, di abbandoni, di rimpatri, di attese dei propri uomini, di donne contadine e lavoratrici, di donne forgiate dagli stenti, dalla povertà, da una vita di sacrifici, ma anche di riscatti. Di donne che sapevano aspettare, che sapevano "investire" sulle proprie famiglie, di donne dignitose e con le spalle larghe.

La Cucina Tradizionale del Lazio

La Cucina Tradizionale del Lazio Pdf/ePub eBook Author: Francesco Duscio
Editor: Fuoco Edizioni
ISBN: 8899301689
FileSize: 1229kb
File Format: Pdf
Read: 1229

DOWNLOAD

La Cucina Tradizionale del Lazio by Francesco Duscio Summary

Con questo libro sulla cucina tradizionale del Lazio, si completa il ciclo iniziato con La Romanesca Cucina Popolare e Tradizione Romana e proseguito con La Castellana. La Cucina Tradizionale dei Castelli Romani. Queste opere sono realizzate attraverso la ricerca sul modo di cucinare del popolo, secondo usi tramandati da generazioni, con l’utilizzo di ingredienti tradizionali, seguendo la stagionalità dei prodotti tipici locali. Ma è bene specificare che la cucina laziale non è solo cucina romana, tutta la regione gode infatti di una grande ricchezza di usi, ingredienti tipici e raffinatezze gastronomiche da scoprire e valorizzare. La grandissima varietà di piatti dei Castelli Romani, quelli della costa, oltre a quelli della Tuscia, della Ciociaria e della Sabina, non fanno che confermare il Lazio come terra di ricerca enogastronomica da scoprire e valorizzare. Ancora una volta non un semplice ricettario, ma un volume sulla cultura, la storia e le tradizioni di una delle regioni italiane più ricche di tradizioni.

La cucina di Gaeta

La cucina di Gaeta Pdf/ePub eBook Author: Bruno Di Ciaccio
Editor: Passerino Editore
ISBN: 8893450151
FileSize: 1297kb
File Format: Pdf
Read: 1297

DOWNLOAD

La cucina di Gaeta by Bruno Di Ciaccio Summary

Un compendio esaustivo e dettagliato della cucina della nota cittadina tra Lazio e Campania, per la prima volta in una prospettiva storica. L'autore Bruno Di Ciaccio, nato a Gaeta il 24 giugno 1950, docente di matematica in pensione, appassionato di economia e finanza, e culture di cucina, soprattutto di quella tradizionale e popolare.

Le volontaire

Le volontaire Pdf/ePub eBook Author: Marco Patricelli
Editor: JC Lattès
ISBN: 2709638754
FileSize: 915kb
File Format: Pdf
Read: 915

DOWNLOAD

Le volontaire by Marco Patricelli Summary

L’homme qui organisa la résistance à l’intérieur d’Auschwitz Le lieutenant de cavalerie Witold Pilecki a 38 ans en 1940. Sous un faux nom, il se laisse arrêter, comme par un fait exprès, au cours d’une rafle de la Gestapo, et entre à Auschwitz pour raconter au monde ce qui s’y passe : ses écrits, envoyés depuis le camp de concentration, sont les premiers documents sur la question à être parvenus aux Alliés. L’homme est habile, astucieux et chanceux. Il s’évade de façon rocambolesque en 1943 puis prend part à l’insurrection de Varsovie en 1944, mais se retrouve de nouveau prisonnier des Allemands, jusqu’à la fin de la guerre. A son retour en Pologne, il comprend immédiatement que les idéaux pour lesquels il s’est sacrifié n’ont plus droit de cité dans sa patrie. L’heure est à la toute-puissance de l’Armée Rouge et à l’endoctrinement soviétique. Tout ce qu’a pu faire Pilecki n’a aucune valeur pour les autorités communistes. Il devient gênant ; et voilà qu’on l’accuse d’être un « traître », « un agent impérialiste », un « ennemi du peuple » à éliminer. Son destin est scellé : condamné trois fois à mort, il est exécuté le 25 mai 1948. Un lourd silence tombe sur lui, et sur ce qu’il a fait. La damnatio memoriae est absolue, il est interdit de prononcer jusqu’à son nom. Encore aujourd’hui, vingt ans après la chute du Mur de Berlin, sa famille ignore l’endroit où il est enterré. Traduit de l’italien par Marc Lesage